Dl Sicurezza. Nencini, ci saranno più irregolari e si fonda su nazionalismo etnico.

“Il Salvini pensiero approda in Senato domani con il Decreto Sicurezza. Giuste alcune correzioni a vecchie norme ma la cornice del decreto richiama un nazionalismo etnico che affossa la società aperta. È un fatto che le società chiuse perdono in libertà e sono meno competitive. Accadrà anche all'Italia”. Lo ha scritto sul suo profilo Facebook Riccardo Nencini, segretario del PSI. “Siccome l'emergenza sbarchi è finita, sul tavolo restano due problemi che il decreto non affronta: rimpatrio migranti irregolari e integrazione migranti regolari.” Nencini aggiunge, riferendosi al Dl Sicurezza: “Viene tolta la protezione umanitaria. Significa far diventare irregolari almeno 60.000 migranti provenienti da paesi - Mali, Pakistan, Gambia, Senegal - con cui non abbiamo accordi per i rimpatri. Si premiano i centri accoglienza gestiti da privati. E i sindaci? Nemmeno coinvolti. Non si prevedono lavori socialmente utili in forma gratuita per migranti regolari. Non c'è nessuna norma che preveda la certezza della pena, cosicché chi delinque lo ritroviamo il giorno dopo sulla strada.Così non va”- ha concluso.

I commenti sono chiusi