Nencini scrive a tutti i leader del csx: serve la maggiore unità possibile

Un appello rivolto a tutti i leader delle forze politiche di centro sinistra, laiche, ambientaliste e democratiche per rilanciare un "disegno comune, una concentrazione repubblicana, basata su valori condivisi, che si ponga come alternativa credibile al populismo". Questo il contenuto della lettera inviata dal segretario del PSI, Riccardo Nencini, ai leader di Pd, + Europa, Leu, Verdi, Area Civica, Partito Radicale, Sinistra Italiana, Mdp-Articolo 1, Civica Popolare che contiene l'invito ad aprire una fase di "riflessione comune, rinunciando a parte della sovranità di ciascuno" per far fronte ad una "fase politica completamente nuova che presenta aspetti preoccupanti per la tenuta istituzionale del nostro sistema, logorato da problemi irrisolti e piegato da logiche di parte manifestatesi in tutta la loro virulenza in queste ultime ore".

Nencini ha invitato i leader delle forze che si richiamano al centro sinistra, sia laico che cattolico, a "non restare inerte di fronte a un'ondata di irresponsabilità propria della 'democrazia teatrale'" soprattutto in vista di elezioni anticipate; uno scenario di fronte al quale "vanno ricercate le ragioni della maggiore unità possibile".

I commenti sono chiusi