Fondi del Mit agli enti locali per la progettazione nei centri urbani. Nencini, 4 mln per Firenze

Con due decreti annunciati oggi, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha assegnato 200 milioni di euro per i prossimi tre anni alla progettazione di importanti opere strutturali per città metropolitane, province, comuni e autorità portuali.

“Una progettualità seria e approfondita, frutto del lavoro di esperti capaci e preparati, è quello che serve per la modernizzazione dei nostri centri urbani. Il MIT ha dato prova in questi anni di saper usare le risorse pubbliche con criterio e trasparenza, pianificando con cura la crescita e lo sviluppo dei territori”. Lo ha detto il vice ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Riccardo Nencini, commentando lo stanziamento dei finanziamenti. “Di questi, più di 4 milioni andranno alla città di Firenze suddivisi in 2,3 milioni per la sola città metropolitana e 1,7 per il comune capoluogo”- ha puntualizzato Nencini.

I finanziamenti sono inseriti nel “Fondo progettazione Enti locali” e nel “Fondo progettazione Insediamenti Prioritari”, previsti rispettivamente dalla legge di bilancio e dal nuovo codice dei contratti, e riguarderanno importanti opere pubbliche, in particolare l’adeguamento antisismico, l’edilizia scolastica, la mobilità sostenibile e le aree portuali

Importanti le risorse destinate alle città metropolitane: il “Fondo progettazione Enti locali” prevede, infatti, 30 milioni all’anno per 3 anni da destinare alle città metropolitane e alle province, mentre il “Fondo progettazione Insediamenti Prioritari” prevede lo stanziamento di 25 milioni per le sole città metropolitane.

I commenti sono chiusi