Ferrovie. Stazione Chiusi.Tavolo tecnico con Nencini, dopo la nuova stazione ora l’Alta Velocità Il vice ministro: “impegno mantenuto, il territorio sarà valorizzato

Dopo l'inaugurazione dello scorso 27 febbraio della nuova stazione ferroviaria di Chiusi, rinnovata grazie ad un investimento di 6 milioni che ha permesso di ampliare la gamma di nuovi servizi qualificati per i passeggeri, la Val di Chiana e la provincia Senese avranno ora anche l'Alta Velocità.

Il progetto, che si inserisce in un piano complessivo di riqualificazione del trasporto ferroviario sulla linea Firenze-Roma, è stato approvato oggi nel corso di un tavolo tecnico tenutosi a Firenze, presso il Provveditorato alle Opere Pubbliche della Toscana, alla presenza del Vice Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti,  Riccardo Nencini, dell’Assessore ai trasporti della regione Toscana Vincenzo Ceccarelli, del consigliere regionale Stefano Scaramelli, del Sindaco di Siena Bruno Valentini, del Sindaco di Chiusi Juri Bettollini e dei rappresentanti di Trenitalia.

Commentando i risultati ottenuti, il vice ministro Nencini si è detto sodisfatto per "aver mantenuto gli impegni presi”, aggiungendo che "oggi abbiamo compiuto un nuovo importante passo verso l'implementazione di un piano complessivo del trasporto ferroviario sulla linea. Finalmente la Val di Chiana e la Provincia Senese hanno un servizio ferroviario di AV che valorizzerà il territorio, il turismo e le attività commerciali. Era un progetto che i cittadini attendevano da anni”, ha concluso Nencini.

L’assessore Ceccarelli, ha aggiunto: “Dopo tre anni di lavoro, che ha consentito di creare le condizioni anche infrastrutturali necessarie, salutiamo con soddisfazione la decisione di Trenitalia di riportare una coppia di treni Av nella stazione di Chiusi. Sarà nostro impegno adeguare la programmazione del servizio regionale sulla Siena-Chiusi al fine di consentire il più veloce collegamento con la città di Siena e con il bacino circostante”.

“È una grande soddisfazione – sottolinea il sindaco di Chiusi Juri Bettollini – apprendere da Trenitalia la notizia della conferma dell’attivazione del servizio alta velocità nella nostra stazione a partire da dicembre. E’ stato un risultato importante e frutto di un lavoro di squadra che ha visto il Ministero delle infrastrutture dei trasporti, Trenitalia, la Regione Toscana, il Comune di Siena e il Comune di Chiusi uniti nello scopo di dare una risposta al territorio delle Terre di Siena e di una parte importante dell’Umbria. La coppia di Frecce sulla tratta Roma/Firenze, la migliore soluzione ipotizzabile,  rappresenta e rappresenterà una rivoluzione che riporterà il nostro territorio ad essere competitivo agli occhi di tutta Italia. Grazie davvero a tutti i partecipanti al tavolo e adesso tutti a lavoro per potenziare i collegamenti locali”

 

"Considerando il tempo di percorrenza del tratto Siena-Chiusi, che dovrà essere di un'ora e 5 minuti, ed il tratto Chiusi-Roma con l'Alta Velocità, meno di 40 minuti - ha spiegato il Sindaco di Siena Bruno Valentini - sarà possibile andare da Siena a Roma in un'ora e 45 minuti di treno. Un primo concreto passo avanti per i collegamenti da e per Siena, che risponde ad una carenza storica e che potrà essere potenziato in futuro in base all'utilizzo effettivo del servizio. Con questo accordo abbiamo scritto una piccola pagina nuova nella storia dei collegamenti ferroviari del nostro territorio"

 

Dall’esito del tavolo risulta confermata da Trenitalia l’attivazione, a dicembre, di una coppia di treni ad Alta Velocità, andata e ritorno, sulla tratta ferroviaria Roma-Firenze. Il tavolo ha inoltre avviato da oggi il percorso per la definizione degli orari e dei servizi integrativi finalizzati a garantire un collegamento locale più efficace e veloce tra la stazione di Chiusi e le città del territorio, in particolar modo la città di Siena. Il potenziamento dell’alta velocità non modificherà l’attuale programmazione degli Intercity e dei servizi territoriali attualmente programmati.

I commenti sono chiusi