Fano-Grosseto. Nencini a Toninelli, finanziata da precedenti governi. E’ ancora priorità per esecutivo?

“Per il completamento dei lavori sulla Fano-Grosseto mancano una serie di interventi che i precedenti governi avevano già programmato e finanziato. Considerato che l'opera è definita strategica e di preminente interesse nazionale, chiedo al governo se il completamento dei lavori sulla Fano-Grosseto sia una priorità di questo governo e se sia già disponibile un nuovo cronoprogramma”. Così in una interrogazione parlamentare il Sen Riccardo Nencini, già viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti e membro della commissione lavori pubblici al Senato, in una interrogazione rivolta al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, sulla Fano Grosseto, opera stgrategica di cui Nencini si era occupato durante i governi Renzi e Gentiloni. . “La E78 Fano-Grosseto – si legge nell’interrogazione -  ha origine sulla Via Aurelia, all’altezza di Grosseto, e termina nel tratto marchigiano dell’Autostrada Adriatica A14, in corrispondenza del casello di Fano e costituisce un importante collegamento longitudinale tra i corridoi autostradali che corrono lungo il Tirreno e l'Adriatico; la lunghezza complessiva del collegamento è di circa 270 km, di cui circa il 65% in Toscana, il 30% nelle Marche e il 5% in Umbria e, il progetto prevede nel complesso la realizzazione di nuovi tratti ed adeguamenti di tratti stradali, connettendo dunque tutto il centro Italia”

I commenti sono chiusi