E45. Incontro con Nencini con Regione, sindaci aretino e Anas. Al via i cantieri. Nuovi insediamenti economici e occupazione

Si è tenuto oggi a Firenze, presso il Provveditorato per le opere pubbliche, un incontro relativo alla E45 tra Mit, Anas, Regione Toscana assessore Ceccarelli, il presidente della Provincia di Arezzo e i sindaci dei comuni della val tiberina, alla presenza del vice ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Riccardo Nencini. Tra i sindaci, presenti i primi cittadini di San Sepolcro, Montevarchi, Badia Tedaldi, Pieve Santo Stefano.
Sulla E45 è stato stipulato un accordo quadro per interventi importanti. Il viadotto sul Tevere (Tevere 4) è stato appaltato e a giorni si aprirà il cantiere, altri interventi di manutenzione sono in fase di cantierizzazione. Entro la fine del mese di marzo verranno attivati altri due interventi: viadotto Lago e nuova pavimentazione della strada per una quindicina di milioni di Euro. In previsione i lavori sulla galleria Il Poggio ( risistemazione e consolidamento), sul viadotto Puleto, sulla viabilità comunale e per la sistemazione di tutte le piazzole di sosta.
Si tratta ora di coordinare i lavori già appaltati con la necessità di tenere aperta la viabilità.
'Ho incontrato i sindaci dieci giorni fa e oggi ci siamo seduti per esaminare i lavori indispensabili a mettere in sicurezza la E45 nel tratto toscano”- ha dichiarato il Vice Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Riccardo Nencini, eletto al Senato nel collegio di Arezzo e Siena. “A giorni si apriranno i cantieri per le prime opere. Si tratta dell'inizio dei lavori della Orte-Mestre, destinata a incrociarsi con la E78. Le due strade sono la base indispensabile per generare insediamenti economici e nuova occupazione”- ha concluso.
La prossima settimana presso il Mit si terrà un incontro sulla diga di Montedoglio.

I commenti sono chiusi