Ci lascia Tullio Capocci. Il Partito si stringe attorno alla famiglia

E’ scomparso improvvisamente a Roma, a soli 49 anni, l'editore Tullio Capocci, figlio di Tullia e Giuseppe, storico tipografo del Psi, dell' Avanti!e di Mondoperaio. Tullio lascia la moglie Sabrina e la figlia di 9 anni. Il direttore di Mondoperaio, Luigi Covatta, il tesoriere del Psi, Oreste Pastorelli, e il segretario Riccardo Nencini, hanno fatto giungere alla famiglia il cordoglio a nome di tutto il Partito Socialista Italiano, non appena appresa la triste notizia. “Tullio era un ragazzo pieno di energia, di passione e di vita. La notizia della sua improvvisa e prematura scomparsa ci riempie di dolore e ci lascia sgomenti”- ha detto Nencini. “La sua dedizione al lavoro, il suo amore per la famiglia e la figlia, i valori che hanno sempre contraddistinto la sua personalità, facevano di lui un uomo onesto e leale. Ci mancherà un amico, un compagno, un uomo perbene. Siamo profondamente vicini a Tullia e Giuseppe, a Sabrina e alla piccola Caterina e al fratello Fabio in questo momento di grande dolore. Ciao Tullio”.
I funerali si terranno domani, lunedì 12 febbraio, alle ore 12presso la Chiesa di San Lorenzo in Damaso in Piazza della Cancelleria.

I commenti sono chiusi