Legge speciale per Siena. Nencini presenta al Senato ddl. “Un patrimonio da preservare e da incentivare’


“La città di Siena è da quasi un secolo protagonista di interventi normativi volti a preservarne la conservazione e a tutelarne il paesaggio urbano; il patrimonio storico e culturale di cui essa è portatrice è un valore incontestato è auspicabile che il governo mostri nei suoi confronti la stessa sensibilità che hanno avuto i “grandi padri” come Ranuccio Bianchi Bandinelli e Mario Bracci”. E’ quanto riportato in un disegno di legge, di iniziativa del Senatore Riccardo Nencini, segretario del Psi, “per la salvaguardia del carattere storico, monumentale e artistico di Siena e per la tutela delle sue storiche contrade e delle associazioni di contradaioli della città”. “Il presente disegno di legge – si legge ancora - intende rifinanziare la legge 9 marzo 1976, n.75 e tutelare la natura giuridica e fiscale delle storiche contrade e delle associazioni dei contradaioli che ne costituisco una loro articolazione, così come previsto nei singoli statuti delle contrade e nei regolamenti comunali.  Un finanziamento di 5 milioni annui (2019-2021). I progetti presentati dalle contrade verranno considerati preferenziali e le contrade e le associazioni dei contradaioli verranno considerate a tutti gli effetti enti no profit, come già riconosciuto da gran parte della dottrina e della giurisprudenza, e potranno così godere dei benefici fiscali propri degli enti senza scopo di lucro”

In allegato il ddl Legge speciale per Siena1-1

I commenti sono chiusi