Bari. Altini eletto segretario, “coraggio e rinnovamento. Serve chiusura col passato”

Si è tenuto a Bari il congresso provinciale del Psi. “ Una discussione congressuale seria, ricca di spunti e profonde riflessioni. Una chiusura netta col passato, in assoluta controtendenza, per guardare solo ai problemi del presente per migliorare il futuro. Il PSI - Terra di Bari si dimostra fucina di tante grandissime menti e tanti competenti amministratori, con la capacità non tanto diffusa di saper cogliere i sentimenti dei cittadini per farne una base di lavoro”
È quando ha dichiarato il Segretario Claudio Altini eletto all'unanimità: " Dopo due anni celebriamo un congresso politico e non meramente burocratico. Abbiamo tracciato in questi anni una linea che porta alla costruzione di un partito fortemente radicato nel territorio”- ha aggiunto il neo segretario eletto. “Due anni di modesti successi, penso alla festa nazionale dei 125 anni in terra di Bari che ha visto la partecipazione di centinaia di persone ,agli ottimi risultati delle elezioni amministrative con elezione anche di Sindaci Socialisti in Comuni importanti come Conversano, la riapertura di una sede nuova luogo di dibattito e costruzione di proposta politica ma, sopratutto, un nuovo gruppo dirigente che fonda le sue basi su esperienza dei più vecchi compagni ed entusiasmo dei più giovani. In sala c'erano ragazzi di 17 anni ad ascoltare”- ha sottolineato Altini riferendosi alla giornata dedicata al congresso. “Noi ci siamo. E vogliamo dire la nostra su temi importanti come Infrastrutture, turismo, emergenza abitativa e sicurezza. Temi dimenticati dalla sinistra.
E non sono mancati - ha proseguito Altini- alla fine, quasi a simboleggiare il taglio generazionale nuovo, gli interventi dei più giovani del Partito che hanno sottolineato l'importanza di appartenere alla tradizione socialista mai sopita e che necessita ora più che mai del coraggio di perseguire una strada autonoma che è ricca di opportunità e prospettive. Proprio sfruttando i vuoti che le attuali forze di Governo e le altre forze di centrosinistra stanno creando. Bello il momento, all'inizio, in cui nell'invitare il Sindaco di Bari Antonio Decaro si è ricordata non velatamente la sua estrazione politica legata a doppio filo col Partito Socialista e la tradizione di cui sopra, ricordando al Primo Cittadino di parlare ad una platea che non può non essere vista come anche casa sua. Tra gli altri, degni di nota gli interventi dei compagni Alberto Tedesco e Gianvito Mastroleo. Il primo ricorda con fervore che il PSI ha sempre trovato la sua forza nella capacità di ramificarsi nei territori, creando una rete che diventa il fulcro delle attività politiche e sociali. E soprattutto il continuo riferimento ad una realtà sempre più evidente: un radicale ringiovanimento del Partito che ora vede nel suo gruppo dirigente tanti ragazzi in più pronti ad offrire la loro freschezza, la loro intraprendenza, e talvolta quando serve la loro spregiudicatezza. Il compagno Mastroleo invece sottolinea la preoccupazione nei confronti dell'attuale Governo nazionale, composto da forze politiche che segnalando le varie tappe della storia ricordano non troppo in maniera dissimulata gli albori di un periodo nefasto e drammatico nell'epoca recente del nostro Paese.
Un totale rilancio quindi, un Congresso che ha posto una forte base per le attività che si avranno di fronte e per tutte le sfide, anche elettorali, che si avranno davanti. Una grande iniezione di fiducia che servirà ad affrontare con ottimismo ed intelligenza la Politica del domani, molto prossimo”- ha concluso.

I commenti sono chiusi