Amministrative. Gambardella, saranno anni difficili per Genova. Il centrosinistra recuperi la fiducia dei cittadini

“L'esito del ballottaggio consegna Genova a cinque anni faticosi e difficili per tutte quelle realtà che hanno reso la città aperta e solidale. Davanti a noi c'è un quinquennio cruciale per il futuro della città”. E’ il commento di Elisa Gambardella, della segreteria nazionale del Psi, ai risultati delle elezioni amministrative di Genova, dove il candidato del centrodestra, Marco Bucci, è stato eletto sindaco al ballottaggio con Gianni Crivello, candidato del centrosinistra. “In gioco ci sono innanzitutto la gestione dei 500 milioni del patto per la città, la capacità di mettersi in pari con una Milano sempre più distante e il rilancio del porto in maniera intelligente anche grazie a un'implementazione ottimale di ‘Genova Smart City’- ha aggiunto la dirigente del Psi.

“I Genovesi non hanno dato fiducia al progetto presentato dal centrosinistra per fare di questi punti gli asset fondamentali per la gestione della città e il suo sviluppo”- ha sottolineato. “Non bisogna però essere sorpresi: se un programma che aveva tutte le carte in regola per convincere i cittadini non ha avuto fiducia, bisogna guardare in faccia le cause di questo risultato. Sono molte e ben visibili. Vanno affrontate tutte nel corso di questo mandato – ha precisato - senza piangersi addosso ma lavorando insieme per recuperare la fiducia dei genovesi.

Per il centrosinistra è ora necessario acquisire la capacità di mettersi pancia a terra e farsi un bagno di umiltà. Con un obiettivo chiaro: stare accanto ai più deboli, che si troveranno sempre più soli”- ha concluso.

I commenti sono chiusi