Relazione della società di revisione indipendente

ai sensi dell’art. 14 del D. Lgs. 27.01.2010, n. 39

ed ai sensi dell’art. 9, primo comma, della Legge 96/2012

 

 

Alla Direzione Nazionale del

Partito Socialista Italiano

                                                                                                                                      

Relazione sul rendiconto d’esercizio

 

Abbiamo svolto la revisione contabile dell’allegato rendiconto d’esercizio del Partito Socialista Italiano, costituito dallo stato patrimoniale al 31 dicembre 2015, dal conto economico per l’esercizio chiuso a tale data e dalla nota integrativa.

 

Responsabilità del Tesoriere per il rendiconto d’esercizio

Il Tesoriere è responsabile per la redazione del rendiconto d’esercizio che fornisca una rappresentazione veritiera e corretta in conformità all’art. 8 della Legge 2 gennaio 1997 n. 2 che ne disciplina i criteri di redazione.

 

Responsabilità della società di revisione

E’ nostra la responsabilità di esprimere un giudizio sul rendiconto d’esercizio sulla base della revisione contabile. Abbiamo svolto la revisione contabile in conformità ai principi di revisione internazionali (ISA Italia) elaborati ai sensi dell’art. 11, comma 3, del D.Lgs. 39/10. Tali principi richiedono il rispetto di principi etici, nonché la pianificazione e lo svolgimento della revisione contabile al fine di acquisire una ragionevole sicurezza che il rendiconto d’esercizio non contenga errori significativi.

La revisione contabile comporta lo svolgimento di procedure volte ad acquisire elementi probativi a supporto degli importi e delle informazioni contenuti nel rendiconto d’esercizio. Le procedure scelte dipendono dal giudizio professionale del revisore, inclusa la valutazione dei rischi di errori significativi nel rendiconto d’esercizio dovuti a frodi o a comportamenti o eventi non intenzionali. Nell’effettuare tali valutazioni del rischio, il revisore considera il controllo interno relativo alla redazione del rendiconto d’esercizio del partito che fornisca una rappresentazione veritiera e corretta al fine di definire procedure di revisione appropriate alle circostanze, e non per esprimere un giudizio sull’efficacia del controllo interno del partito. La revisione contabile comprende altresì la valutazione dell’appropriatezza dei principi contabili adottati, della ragionevolezza delle stime contabili effettuate dal Tesoriere, nonché la valutazione della presentazione del rendiconto d’esercizio nel suo complesso.

Riteniamo di aver acquisito elementi probativi sufficienti ed appropriati su cui basare il nostro giudizio.

 

Giudizio

A nostro giudizio, il rendiconto d’esercizio fornisce una rappresentazione veritiera e corretta della situazione patrimoniale e finanziaria del Partito Socialista Italiano al 31 dicembre 2015 e del risultato economico per l’esercizio chiuso a tale data ed in particolare è conforme alle scritture ed alla documentazione contabile, alle risultanze degli accertamenti eseguiti ed alle norme che ne disciplinano i criteri di redazione.

 

 

 

 

 

Relazione su altre disposizioni di legge o regolamentari

 

Giudizio sulla coerenza della relazione sulla gestione con il rendiconto d’esercizio

Abbiamo svolto le procedure indicate nel principio di revisione (SA Italia) n. 720B al fine di esprimere, come richiesto dalle norme di legge, un giudizio sulla coerenza della relazione sulla gestione, la cui responsabilità compete al Tesoriere del Partito Socialista Italiano, con il rendiconto d’esercizio del Partito Socialista Italiano al 31 dicembre 2015. A nostro giudizio la relazione sulla gestione è coerente con il rendiconto d’esercizio del Partito Socialista Italiano al 31 dicembre 2015.

 

Firenze, 04 maggio 2016

 

PKF Italia S.p.A.

 

 

Massimo Innocenti

(Socio)