Psi. Il futuro possibile. Due conferenze territoriali Nord-Sud per ‘rinnovarci e ridisegnare la sinsitra’. Nencini, ora un Psi più organizzato.

Due incontri aperti a tutta la comunità socialista da Nord a Sud. Militanti, amministratori, amministratori e dirigenti socialisti si incontreranno in due grandi conferenze territoriali per avviare una profonda discussione su una nuova militanza 2.0 e sul futuro della sinistra riformista di fronte alla sconfitta  elettorale che ha ridisegnato lo scenario politico. Due momenti di partecipazione per elaborare strategie ed adottare rimedi alla deriva che rischia di travolgere il riformismo italiano: una mappa per affrontare il difficile momento politico che dovrà tradursi innanzitutto in nuovi canoni da applicare proprio all’interno della comunità socialista attraverso una trasformazione profonda del campo e delle metodologie d’azione.

"Dobbiamo pensare a una forma organizzativa più snella, più attenta alla comunicazione e più legata ai propri rappresentanti territoriali e contestualmente dobbiamo rafforzare la tendenza a rinnovarsi", ha scritto il segretario Riccardo Nencini in una lunga lettera aperta inviata a tutti i simpatizzanti e militanti del partito.

Nencini ha ricordato che "è alle porte una consultazione amministrativa che interesserà molti comuni: dobbiamo proporre la costituzione di tavoli del centro sinistra aperti a liste civiche e dove si scelgano per la cariche di Sindaco i candidati migliori e non obbligatoriamente quelli del partito più grosso".

La prima delle due conferenze, dal titolo ‘Il futuro possibile’, quella rivolta al Centro-Nord, si terrà a Bologna il prossimo 7 aprile, alle ore 10.30, presso il Savoia Hotel Regency in Via del Pilastro, 2. Seguirà un appuntamento a Napoli previsto per il 14.

I commenti sono chiusi