Consultazioni. Nencini, i vincitori facciano proposta. Il nostro posto è l’opposizione

"Chi ha vinto le elezioni, e ne abbiamo avuti due di vincitori, deve assumersi la responsabilità di presentare una proposta di governo. Le elezioni hanno avuto un esito puntuale e credo che il posto che dobbiamo occupare noi sia l'opposizione". Lo ha detto Riccardo Nencini al termine dell'incontro con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nell'ambito delle consultazioni per la formazione del governo. Nencini, che si è recato al Quirinale con una delegazione del Gruppo Misto del Senato, ha continuato: "Noi ascolteremo, ma le elezioni hanno avuto un esito e ci hanno collocato al posto che ci spetta, all'opposizione" ha ribadito Nencini che ha poi riferito di aver sollevato davanti al presidente Mattarella una seconda questione riguardante l'esclusione delle opposizioni dagli organi di controllo interni al Senato e alla Camera, atti da lui definiti "di un certo antiparlamentarismo" e che costituiscono "la rottura di una consuetudine". "Spero si tratti di un incidente e non della rottura di una consuetudine parlamentare" ha detto Nencini che ha spiegato di aver presentato la questione al Capo dello Stato "non in forma retorica". Di fronte a questa situazione "sono felice", ha concluso Nencini, "che ci sia un Presidente della Repubblica che conosce molto bene la vita parlamentare e che ne è garante per Costituzione ed esperienza".

I commenti sono chiusi